Idee

CorsoLingueCORSI DI INGLESE PER BAMBINI DAI 6 AI 10 ANNI

Cerchiamo volontari con una conoscenza scolastica dell’inglese, che possa tenere corsi per bambini. in una sorta di scuola di lingue auto gestita, all’interno del centro.

MonetaLocaleUNA MONETA di QUARTIERE

Chiamata anche complementare, comunitaria, regionale o a volte sociale, una moneta locale convive con una moneta ufficiale, l’euro, e mira a incoraggiare il commercio locale, a consentire uno scambio economico che non avrebbe avuto luogo senza di essa, a mettere in collegamento bisogni insoddisfatti in valuta ufficiale e le risorse o le competenze sotto-utilizzate dal sistema monetario classico. Monete locali: quando l’euro non basta più

orto_socialeORTI COLLETTIVI

Sono spazi verdi coltivabili ai margini delle città. Non appartengono a chi li coltiva ma in genere alle municipalità, che li assegnano a coltivatori non professionisti che ne fanno richiesta. Negli ultimi anni in tutte le città europee e nordamericane il numero delle persone che vogliono coltivare un orto è andato via via crescendo.Spesso gli orti vengono coltivati in forma collettiva, come giardino comunitario. A Milano è nata addirittura una rete, quella delle Libere rape metropolitane, che raccoglie tutti gli orti e le realtà di verde spontaneo e “partecipato”. Una semplice idea da costruire insieme, i cui benefici, in questo caso i frutti della terra, vengono suddivisi tra coloro che vogliono partecipare a questo progetto, creando in questo modo, una rete di persone che iniziano ad entrare nella mentalità dell’auto produzione.

AnzianiegiovaniSCAMBIO di CONOSCENZA

Lo scambio generazionale come antidoto al vuoto generazionale che rende le persone, nate in anni diversi, piene di pregiudizi, di incomunicabilità ed incomprensione. Per superare ciò, e nel limite delle possibilità di spazio fisico del Caq, si lancia l’idea dei “corsi di scambio della conoscenza”, nei quali gli anziani insegnano una professione ai giovani, secondo la loro esperienza lavorativa, e i giovani insegnano agli anziani, ad esempio, l’uso regolare e quotidiano della tecnologia.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>